Sheryl Crow
The Globe Session
Dvd-Audio


  • Etichetta : A&M Records, USA
  • Data di Rilascio : Settembre 2003 (USA)
  • DVD-Audio
  • Audio : PPCM 96khz/24bit/5.1 - PCM 44.1kHz/16bit/stereo - Dolby Digital 5.1
  • Aspect Ratio : Variabile
  • Sottotitoli : nessuno
  • Extra : 3 Video Musicali, 1 Intervista, Galleria Fotografica, Testi, Biografia
  • Custodia : Mid-Super Jewel Box


L'interno della custodia (clicca x ingrandire)




I dettagli tecnici (clicca x ingrandire)

Era da qualche mese che volevo occuparmi della recensione "tennica" di questo titolo, ma per varie ragioni (fra cui la rottura del disco in oggetto durante il trasporto) ho dovuto continuamente rimandare.

Dal punto di vista artistico non c'e' molto da dire che non sia gia' stato gia' detto e ridetto dalla critica e della stampa specializzata. The Globe Session e' il terzo studio album di Sheryl, registrato negli omonimi studios siti in New York City, e pubblicato nel settembre 1998. Un album decisamente diverso dai due che lo hanno preceduto, spiccatamente piu' intimista, ma anche piu' maturo e sofisticato, sotto il profilo tecnico e strumentale. Il successo commerciale tuttavia e' stato inferiore a "Tuesday Night Music Club" e "Sheryl Crow", rispettivamente 9 e 3 dischi di platino, contro uno solo per TGS.

La vera novita' di questa edizione va ricercata nel tipo di formato adottato. La Universal infatti, dopo aver commercializzato il titolo remixato in DTS-ES a 6.1 canali, l'anno scorso ha ripubblicato il titolo in DVD-Audio, standard che rappresenta assieme al piu' fortunato antagonista SACD, la nuova frontiera nel campo della musica ad Alta Fedelta'. Si tratta inoltre del primo DVD Universal codificato in alta risoluzione. Speriamo che nel futuro si decidano a commercializzare anche gli altri album, specie i primi due, anche perche' con il recente debutto di TGS in Super Audio CD, i formati si sono esauriti!

Il DVD si presenta all'interno di una Mid Super Jewel Box, una sorta di SJB ridotta pero' in altezza, per differenziarsi dai piu' comuni DVD-Video. Va subito detto che questa edizione non contiene solo materiale sonoro, ma anche alcuni inserti speciali, che piu' avanti vi illustrero'.

NB Ho diviso la recensione in due parti, questo perche' il disco si comportera' diversamente a seconda se verra' inserito in un lettore DVD-Audio compatibile o meno, non importa se da tavolo o per computer.


In presenza di Lettore DVD-Audio compatibile

Una volta inserito il DVD nel lettore, appare un menu' statico, come se fosse un comunissimo DVD-Video. Il tutto e' molto gradevole e di buona fattura (ben superiore a C'mon America 2003, graficamente spartano ed anonimo). Le voci presenti sono 5 :

  • Playlist - Surround Sound
  • Playlist - Stereo
  • Videos
  • Catalog
  • Credits

Playlist - Surround Sound

Cliccando su "Playlist - Surround Sound" - accediamo alla tracklist codificata a 96 kHz/24 bit a 5.1 Canali.

Ovviamente, per godere appieno di tali features, e' d'obbligo dotarsi di un lettore DVD compatibile con i DVD-Audio, un amplificatore multicanale e sei diffusori acustici (tre frontali, due posteriori piu' un subwoofer per le basse frequenze). So che molti puristi storceranno la bocca solo a sentir parlare di surround, ma una cosa e' certa, l'effetto e' sbalorditivo, anni luce dalla versione DTS ES.

La superiore naturalezza del suono e' inoltre percebile anche da un orecchio non allenato, alla pari delle sfumature sonore relative alla parte strumentale. Numerosissimi sono infatti gli strumenti musicali messi in campo dalla produzione : chitarra elettrica ed acustica, basso, violino, violoncello, autoharp, tastiera, percussioni, batteria, wurlitzer, armonica a bocca, strumenti a fiato. Tutti riprodotti in modo eccellente. L'aspetto stupefacente e' proprio la capacita' di mettere delicatamente a fuoco ogni singolo strumento senza tuttavia "impastare" la scena sonora, come invece puo' capitare in presenza di colonne compresse in AC3.

Insomma, se volete testare l'impianto come si deve, e provare i brividi dell'alta risoluzione, questo disco non vi deludera' (a patto che siate interessati all'artista in oggetto!).

I meriti di questa eccellenza vanno essenzialmente attribuiti a due fattori :

1) I master. Non c'e' storia che tenga, Trina Shoemaker, Tchad Blake e David Tickle (quest'ultimo responsabile del mix in 5.1) sono degli autentici professionisti. Ricordiamo poi che nel 1998 "The Globe Session" raccolse un Grammy Award proprio nella categoria "Best Enginereed Album". Il materiale di partenza e' dunque ancora una volta cruciale al fine di ottenere la miglior resa possibile.

2) Il formato. L'alta risoluzione, unita all'assenza di qualunque tipo di compressione audio, ha contribuito in modo decisivo al raggiungimento di tali standard qualitativi.

Durante il test, il canale che ha destato in me piu' stupore e' stato - curioso a dirsi - il centrale, che qui vanta una potenza e di una limpidezza davvero sorprendenti. Piu' volte mi sono alzato dalla poltrona sita al centro d'ascolto per avvicinarmi ad esso, come se fosse un richiamo... "Wow! Ho Sheryl che canta a mezzo metro da me!".

I bassi provenienti dai diffusori principali e dal sub si segnalano per l'esuberanza, "colpendoti" quando meno te li aspetti. La nitidezza degli acuti e dei medi e' altresi' ragguardevole, e mette in risalto qualunque passaggio, vocale o sonoro che sia, come del resto il dettaglio timbrico, qui esaltato piu' che mai.

Da segnalare poi la sensazione di circondamento, tutto sommato naturale e poco artificiosa, ma comunque sempre percepibile. Durante la sessione d'ascolto non sono mancati affatto i momenti di stupore. In effetti, non avevo mai udito un album studio in multicanale per intero, ed ero altresì scettico per giunta, ma cosa volete che vi dica, questo disco mi ha davvero stupito.

L'aspetto curioso e' che per tuttil tempo ho tenuto le orecchie aguzzate come mai prima avevo fatto, pronto a cogliere ogni piu' piccola sfumatura! :-)

Con due soli diffusori a disposizione, purtroppo la situazione peggiora sensibilmente, e' vero che il titolo e' *nato* per sistemi a 5.1, ma secondo il mio parere, il downmix vanta un coefficiente piuttosto basso e poteva - forse - essere curato meglio. Molte delle informazioni sonore contenute nei canali centrali, surround e LFE vengono infatti fortemente attenuate o nel caso peggiore perdute, similmente a quanto accade con un film in 5.1 riprodotto in un impianto audio stereofonico.


Il lettore da tavolo Pioneer mostra le caratteristiche audio : High Resolution baby!


Playlist - Stereo

Altro non e' che il CD "The Globe Session" trasferito su DVD, campionato nel classico formato PCM, 44 kHz, 16 bit stereo. La qualita e' la medesima. Questa traccia e' stata semplicemente inserita per garantire la compabilita' verso il basso e per magari per confrontare la traccia 44.1/16 con quella a 96/24.


C'e' anche la traccia stereofonica in PCM 44.1 khz, 16 bit, tale e quale ad un CD


Videos

Questa sezione raccoglie tre video musicali legati a TGS : "Anything but down", "My Favorite Mistake", "There goes the neightborhood", piu' un'intervista dalla durata di 5 minuti, dove Sheryl, comodamente seduta su un divano, ci narra la genesi dell'album. La qualita' dei video, con l'audio codificato in AC3 2.0, e' molto buona, pari a quella riscontrata sul "Very Best of Sheryl Crow - The Videos".

Caps tratti dall'intervista


Catalog

Questa sezione mostra gli album pubblicati da Sheryl (ad eccezione del Best of, uscito dopo la pubblicazione di questo DVD-A). Per ogni album e' possibile fra l'altro ascoltare 30 secondi di un brano dimostrativo (in PCM stereo) semplicemente cliccando sulla tracklist


Credits

La sezione dedicata ai consueti crediti finali, artistici e tecnici.


Altre features

Durante l'ascolto del DVD e' infine possibile accedere ad alcune features : ad esempio sfogliare la gallery fotografica, seguire il testi sullo schermo (utilissimi per i non anglofoni) o magari dare uno sguardo alla biografia di Sheryl.


La gallery fotografica


La sezione testi


La biografia


IMPORTANTE : In assenza di Lettore DVD-Audio compatibile


Lo scarno menu' che si presenta ai possessori di lettori non compatibili con lo standard DVD-Audio

Sfortunatamente, in assenza di un lettore conforme alle specifiche DVD-A, non potrete accedere ne alle tracce in alta risoluzione, ne ad alcuni extra, inoltre il menu' sara' limitato alla tracklist (con tracce codificate in Dolby Digital 5.1) e alla pagina con i video. La qualita' della traccia multicanale di 5.1 e' discreta, ma ovviamente niente a che vedere con quella a 96 kHz non compressa, decisamente su un altro piano.


Acquisti per i consigli

A chi va consigliato

- Ai fortunati possessori di un impianto 5.1 compatibile con il formato DVD-Audio
- Ai feticisti di Sheryl Crow (ebbe'...)
- A chi non ha comprato il CD "The Globe Session"
- Ai neo estimatori del corvo di Sheryl <gh>

A chi va sconsigliato

- A chi non possiede un impianto 5.1 compatibile con il formato DVD-Audio e magari ha gia' il CD

Dove acquistarlo?

Non e' facile trovare DVD-Audio nei negozi di musica italiani, per questo spesso e' necessario rivolgersi alla rete delle reti. Il DVD-A di TGS lo trovate in Italia presso la Casa del Disco di Varese (LINK all'articolo - informatevi prima sulla disponibilita' via e-mail), mentre per l'estero vi consiglio Play (LINK all'articolo), che fra l'altro non fa pagare le spese di spedizioni.

--

Giudizio

Confezione : 6,5
Serigrafie : 6
Audio : 9+
Video : 7
Extra : 7

NB : il voto degli extra l'ho calcolato in relazione al mercato dei DVD-Audio

 

 

____