NEWS LUGLIO 2004
 

:: Sabato 31 Luglio - ore 09.00 AM

LIGHT IN YOUR EYES ENTRA IN TOP TEN

Il single Light in Your Eyes e' entrato alla decima posizione della Adult Top 40 di Billboard.
Fonte : Billboard - http://www.billboard.com/bb/charts/airplay/adult_top40.jsp


KENNETT OMAGGIA SHERYL CROW

La cittadina di Kennett (Missouri) e' andata sempre fiera ed orgogliosa di Sheryl Crow. Quest'ultima non si e' infatti mai dimenticata delle proprie radici, e in questo senso si e' prodigata ben piu' di una volta a favore di questa piccola comunita' rurale in cui e' nata e cresciuta. Per omaggiarla, la locale Camera di Consiglio ha approvato e attuato un progetto di modifica delle quattro insegne che danno il benvenuto ai visitatori, aggiungendo, alla classica scritta "Welcome to Kennett", la dicitura "Home Town of Sheryl Crow" (vedi foto sopra). Si tratta senz'altro di un gesto davvero molto carino che non avra' mancato di lusingare il suo cittadino piu' illustre. E come si dice in questi casi... Home Sweet Home...


ROCK AND ROLL? QUANDO E' NATO?

Sul Boston Globe di ieri e' apparso un interessante articolo sulle radici del Rock 'n Roll. Anche Sheryl ha qualcosa da dire in merito...

Steve Morse, Boston Globe - July 30, 2004

The marketing arm of the rock 'n' roll business is trying to rewrite history.

BMG Records, which distributes the Elvis Presley catalog, recently decreed July 5, 1954, as rock's birth date -- meaning we recently marked the 50th anniversary of rock 'n' roll. What's so special about that spot on the calendar? Elvis recorded his first single, "That's All Right," on that day in Memphis.

Much of the media bought into the anniversary hype. Rolling Stone released a special issue devoted to the musical milestone. So did England's respected Q Magazine. Even TV Guide included a CD of "That's All Right" in a recent issue.

But something's not all right about this.

The splash is convenient for BMG, which is using the anniversary to push more Elvis product -- namely, a CD of Elvis during his early Sun Records period ("Elvis at Sun"), plus two Elvis DVDs and a compilation disc, "Memphis Celebrates 50 Years of Rock 'n' Roll." The city capitalized on the date by staging a recent concert by Memphis singers Justin Timberlake and Isaac Hayes. Sun Studio broadcast the recording session of "That's All Right," and radio stations around the world played it simultaneously.

But the marketing blitz, by BMG as well as other companies, reopens a nagging debate: Just when did rock really begin? It's an issue that has long been tinged with racism, specifically the notion that it took a white man to make it rock 'n' roll, whereas before it was only R&B and what was then described as "race music."

"I think Elvis was given a lot of credit for introducing rock to the masses because he was white and gorgeous," singer Sheryl Crow says. "Not to take anything away from him, but I think you could easily trace the true beginning of rock back to the late '40s and early '50s with artists like Big Joe Turner, who did 'Shake, Rattle & Roll,' which was undoubtedly a rock song, as well as Ike Turner with 'Rocket 88.' "

Crow is not the only artist to note that not enough credit is given to black music pioneers such as Roy Brown, Fats Domino, Ike Turner, Little Richard, Ruth Brown, Big Joe Turner, Bo Diddley and Arthur (Big Boy) Crudup, who wrote and recorded "That's All Right" way back in 1946.

"A lot of people say 'Rocket 88' " marks the birth of rock 'n' roll, Aerosmith's Joe Perry says of the 1951 release. "But it's hard to sit down and pronounce any day as the given day."

Still, the July 5, 1954, anniversary was pushed regardless of any contrary beliefs.

"It's when rock started from a commercial standpoint," says Joe DiMuro, executive vice president of BMG's Strategic Marketing Group. "The song 'That's All Right' brought true fanaticism to the masses. You could argue that Bill Haley & the Comets also popularized rock before Elvis, but they never had the magnitude of Elvis. Elvis put rock on a pedestal."

Some music critics, such as Robert Hilburn of the Los Angeles Times, agree with the significance of the "That's All Right" date.

"You go from that record to John Lennon to Bruce Springsteen to U2 to Tom Petty to White Stripes," Hilburn says. "You don't get there from 'Shake, Rattle & Roll' ... or 'Rocket 88.' "

Adds rock historian Arthur Levy, a voting member of the Rock and Roll Hall of Fame: "Let's face it, rock 'n' roll would never have emerged ... unless white hillbilly cats had started playing it."

That's a bold comment, and it slams the door on too much music that preceded Elvis.

Terry Stewart, CEO of the Rock and Roll Hall of Fame, says, "Rock doesn't rise up from some primordial mud with one record. If it did, then why not with 'Good Rockin' Tonight,' by Roy Brown [1947]; or 'Rock This Joint,' by Bill Haley [1952], or 'Crazy Man Crazy,' by Haley [1953]?"

Even pop-music historian and acclaimed Elvis biographer Peter Guralnick admits, "Elvis was part of a revolution that could have happened without him."

There is no denying that Elvis had talent, but he also helped launch, however unwittingly, the ugly side of a trend.

"Everybody ripped off black acts back then," says guitarist Eddie Van Halen.

That said, there's every reason to believe that Elvis, were he still around, might be skeptical of this 50th-anniversary hype. He saw himself as "part of a continuum," Guralnick says, and always had a respect for the cultural diversity that preceded him. Long after he made it big, Elvis enlisted black artists such as the Sweet Inspirations for his Las Vegas show.

Frankly, it's encouraging to see BMG's marketing strategy being questioned. It suggests that people still care about the music and aren't going to accept being passive consumers.

One might ask dozens of people to pinpoint rock's inception and get different answers from each. The bottom line is that it's not going to stop the marketing machine. But it's not too late to remind audiences that rock was about artistic and cultural expression long before it became a commodity.

Articolo tratto da : http://www.startribune.com/stories/457/4897462.html



:: Venerdi' 30 Luglio - ore 01.09 AM

SATURAZIONE MEDIATICA : SHERYL E LANCE FUTURI SPOSI?

Gaio e Tripudio, paparazzi e gossips... ehm..

E' da ieri sera che circola la voce di un probabile matrimonio fra la nostra Sheryl e Lance Armstrong, sara' vero? Non sara' vero? E che ne so! Comunque stiano le cose gia' alcune riviste, siti e persino emittenti radio hanno dato la notizia, peraltro non confermata da nessuna delle due parti. Il sito web Gossipnews.it (mi vergogno della fonte, ma tant'e'...) ad esempio ci dice :

"Innamorati pazzi! Lance Armostrong e Sheryl Crow sono inseparabili. E mentre lui festeggia la sesta vittoria al Tour de France, lei pensa seriamente a regalare un bebè al campione dei suoi sogni.
Il ciclista ha dedicato la sue pedalate mozzafiato alla bella Sheryl e, sembra, che le abbia addirittura chiesto di sposarlo. A raccontarlo è lo staff dell’Hotel de Carillon a Parigi, dove la coppia ha soggiornato. La portavoce della Crow si trincera dietro un semplice ‘no comment’, ma i rumors sui fiori d’arancio in vista sono sempre più insistenti. Intanto Lance è tornato in America, dove è stato accolto come un vero e proprio eroe nazionale, ricevendo i complimenti per la sua impresa anche dal Presidente George W. Bush"

Sul forum ufficiale un membro posta invece il contenuto di un articolo preso da un non meglio identificato quotidiano :

"July 29, 2004 -- IS Lance Armstrong engaged to Sheryl Crow (above)? The six-time Tour de France winner didn't object — and neither did she — when staffers at the Hotel de Crillon in Paris referred to his singing sweetie as his "fiancée." Insiders at Crow's label, Interscope, said they had also heard the "rumor" that Armstrong proposed after winning the world's top bicycle race. A rep for Crow uttered a terse "no comment" when asked about the engagement. An assistant for Armstrong's rep also declined comment, as her boss was on a plane. Crow has told pals in the past she would like to have a child with Armstrong."

Il sito USA, SouthFlorida.com, di Fort Lauderdale ci informa similmente :

"Cycling superstar Lance Armstrong has fuelled rumors he is engaged to singer girlfriend Sheryl Crow after allowing hotel staff in Paris to call her his fiancee. According to reports, the 32-year-old proposed to the rocker after winning his record sixth Tour De France at the weekend. Although Crow's label Interscope admits they have heard the rumors, the couple have refused to confirm or deny they are engaged, reports American news site Pagesix.com. However their secret may have been let slip while they celebrated Armstrong's victory at the Hotel de Crillon - staff referred to Crowe as his "fiancee" and the sportsman failed to correct them."

A quanto pare la fonte primaria risulta il famigerato staff di questo Hotel parigino, che francamente non so quanto sia attendibile. Vabbe', se ci saranno ulteriori sviluppi, non manchero' di aggiornarvi :D

Ah, dimenicavo... QUANTO CAZZO ODIO FARE IL RATTAZZO-PAPARAZZO! ;))


MATT DAMON INTERPRETERA' LANCE ARMSTRONG IN UN FILM BIOGRAFICO

Altra gustosa notizia proveniente da Hollywood. L'attore americano Matt Damon - attualmente sulla cresta dell'onda grazie al suo ultimo film, "The Bourne Supremacy, in vetta alle classifiche USA - vestira' i panni del 6 volte vincitore del Tour de France Lance Armstrong in un film biografico previsto per il 2006. Damon in questi giorni sta negoziando con il famoso produttore Frank Marshall con cui discutera' i dettagli del progetto. L'attore de "Salvate il Soldato Ryan" ha fatto infine sapere che intendera' sottoporsi ad un massiccio esercizio fisico unito ad una dieta per perdere peso e meglio calarsi nel ruolo del campione texano. La domanda ovviamente sorge spontanea, chi interpretera' l'eventuale ruolo di Sheryl Crow ? Qualcuno sul Forum Ufficiale ha gia' fatto qualche nome :

Jennifer Anniston
Heather Locklear
Sarah Jessica Parker
Amy Brenneman

_______

_______



:: Giovedi' 29 Luglio - ore 06.30 AM

I TOCCHI DI CLASSE DI SHERYL CROW - LA SAGA DEI JOLLY ROGERS


Photo Copyright John Masterson

Alcuni miei visitatori hanno davvero un occhio lungo, come il sottoscritto del resto. Adoro osservare e cogliere ogni piu' piccolo particolare di cio' che mi circonda, che volete farci, sono fatto cosi'. Negli ultimi tempi mi sono giunte in casella alcune mail di visitatori incuriositi da uno dei pantaloni indossati da Sheryl nel tour europeo di fine 2003. Nel dettaglio, si riferivano ad una particolare patch (toppa), raffigurante teschio e ossa e volevano sapere da dove provenisse. Cosi' mi sono detto, perche' non spendere due parole? Dunque amici, lo stemma in questione, che potete vedere nella bella foto in alto, appartiene al Fighting 103, un reparto da caccia dell'US Navy imbarcato nelle portaerei che negli ultimi decenni e' stato equipaggiato con il famoso Grumman F14 Tomcat (attualmente in fase di radiazione), aereo reso celebre dal film "Top Gun". Il VF103 e' denominato "Jolly Rogers" e i suoi aerei si distinguono per avere le derive dipinte di nero e decorate con l'emblema del "Skull and Bones". Le origini di questa celeberrima unita' vanno fatte risalire al 1943, quando venne costituto come Fighting 17, allora basato sul celebre caccia a pistoni Vought F4U Corsair. Per maggiori info :

Http://www.jolly-rogers.com/

Soddisfatti ora? :)

Ad ogni modo Sheryl non e' propriamente nuova a questi capi d'abbigliamento dedicati a reparti militari. In passato ad esempio l'abbiamo vista con una maglia dei sommergibilisti della Marina (SSN classe Los Angeles) e vari giubotti assortiti, come quello della missione Joint Endeavour, in Bosnia, nel 1996, indumento poi finito all'asta per l'orfanotrofio della Delta's Childrens.


Una coppia di F14 Tomcat del VF103 Jolly Rogers in volo. Se volete lo sfondo (2100x1500)
cliccate sulla foto.


Le minacciose derive dei Tomcats


THE UNBROKEN CIRCLE - RECE SU BUSCADERO

_

Sull'ultimo numero di Buscadero (Luglio-Agosto) e' presente la recensione di "The Unbroken Circle", l'album tributo verso la famiglia Carter-Cash, che vanta piu' di 75 anni di tradizione musicale country a stelle e strisce. Per chi non volesse acquistare la rivista, segnalo la presenza della recensione on-line, raggiungibile cliccando sul seguente link :

www.buscadero.com/home.php?num=259&pag=2

L'uscita di TUC e' prevista per il 24 Agosto, mentre il prezzo praticato (su Dualtone, dove e' in preorder) sara' di 12 USD.

Tracklist

1. Worried Man Blues - George Jones
2. No Depression in Heaven - Sheryl Crow
3. On the Sea of Galilee - Emmylou Harris with the Peasall Sisters
4. Engine One-Forty-Three - Johnny Cash
5. Never Let the Devil Get the Upper Hand of You - Marty Stuart
6. Little Moses - Janette and Joe Carter
7. Black Jack David - Norman and Nancy Blake with Tim O'Brien
8. Bear Creek - John Prine
9. You Are My Flower - Willie Nelson
10. Single Girl, Married Girl - Shawn Colvin, Randy and Earl Scruggs
11. Will My Mother Know Me There? - The Whites with Ricky Skaggs
12. The Winding Stream - Rosanne Cash
13. Rambling Boy - The Del McCoury Band
14. Hold Fast to the Right - June Carter Cash
15. Gold Watch and Chain - The Nitty Gritty Dirt Band with Kris Kristofferson

Contatti :

Kissy Black
Dualtone Music Group
1614 17th Avenue South
Nashville, TN 37212
615-320-0620 x 27
kissyblack@dualtone.com

Website : http://www.dualtone.com/

Segnalo per gli amanti dei Phish come il sottoscritto uno speciale sul recente scioglimento (sigh!) del gruppo, ovviamente sempre su Buscadero.

Keep on Phishing <°((((><

Saluti
Aleks



:: Mercoledi' 28 Luglio - ore 01.30 AM

NUOVI FILMATI! / NEW VIDEOS!

_

Ho aggiunto due nuovi video live, All I Wanna Do (versione lenta) e Me and Bobby McGee
I've added two new live videos : All I Wanna Do (slow version) and Me and Bobby McGee

Approfitto dell'aggiornamento per salutare una gentil donzella, Silvia : ciao bella e grazie per i complimenti ;)


RECENSIONE POSTUMA...

Raramente vado pazzo per le covers, ancora meno amo gli album pieni di covers, dunque mi accingo a scrivere queste due parole controvoglia, e lo faccio solo per avvertire gli eventuali fans all'ascolto. Come avete intuito dall'artwork qui sopra, sto per andare a parlare di un CD tributo a Sheryl Crow. Francamente ignoro chi cazzo siano questi Studio 99, ma, in base ad una veloce ricerca, sembra che si guadagnino da vivere realizzando unicamente album tributo, e gia' qui la cosa puzza come i cessi maschili di un autogrill ad agosto. Ma non e' tanto questo il punto, il fatto e' che ogni volta che mi sono imbattuto in album realizzati da questi bipedi ho sempre avuto i conati di vomito. Ricordo a memoria quelli degli U2 e dei Queen... DISGUSTING. Ritornando a noi, tre mesi fa, durante un ordine da Nannucci, vidi questo "Sheryl Crow : A Tribute Perfomed by Studio 99" a 2.99 Euri - beh dai, si puo' fare - dissi fra me e me, infilando il titolo nel carrello virtuale. Bene, l'avessi mai fatto. Tempo qualche giorno e mi arriva il pacchetto, lo apro e per prima cosa infilo il ciddi' nel giradischi digitale (come sono professionale eh?). Dopo di che casa mia sprofonda in un silenzio tombale, nonostante il mio impianto sia tutt'altro che sfiatato. Dopo meno di due minuti avevo gia' emesso il verdetto finale. Detto fra noi, sara' che di tribute album non ne ho ascoltati molti ma vi assicuro che non mi era capitato di sentire delle covers cosi mal realizzate, approssimative, dilettantesche. L'arrangiamento era appena passabile (e sono buono...) ma la voce della tipa era penosa, non si avvicinava nemmeno lontanamente a quella di Sheryl e cosa peggiore cercava d'imitarne l'estensione vocale con risultati che non sto nemmeno a descrivervi. Alle sagre paesane e in quei concorsini estivi da tv locale si trova gente molto piu' dotata. Manco a dirlo, non ce l'ho fatta ad ascoltare l'album interamente, mi sono limitato a 30/40 secondi per brano, skippando di continuo traccia dopo traccia. Il disco si potrebbe considerare come una sorta di best of di cover di Sheryl. In tutto vi sono 16 brani, che vanno, cronologicamente parlando, da All I Wanna Do a Soak Up The Sun, quindi dal 1993 al 2002. Da segnalare l'inusuale mix eseguito facendo ricorso al Dolby Surround. Morale della favola : EVITATELO COME LA PESTE.

Tracklist :

1 All I Wanna Do
2 Run, Baby, Run
3 If It Makes You Happy
4 A Change Would Do You Good
5 Hard To Make A Stand
6 Home
7 There Goes The Neighborhood
8 Anything But Down
9 Everyday Is A Winding Road
10 Sweet Child O' Mine
11 My Favorite Mistake
12 Tomorrow Never Dies
13 It Don't Hurt
14 Strong Enough
15 Can't Cry Anymore
16 Soak Up The Sun



:: Martedi' 27 Luglio - ore 07.00 AM

IO AMO QUESTA DONNA!

No, non pigliatemi per maniaco (anche se effettivamente a volte ci vado vicino), ma... io non riesco proprio a rimanere impassibile e insensibile di fronte al buongusto di questa lady del midwest. Mi sorprende sempre. Prendiamo l'ultimo regalo fatto al suo Lance in occasione della 6a vittoria del Tour de France. Ora, un'altra fidanzata, chesso' Sandra Bullock, di cosa l'avrebbe omaggiato? Un impianto home theater con tutti i film in DVD a cui ella ha partecipato ? Un paio di sospensori firmati da Eddie Merckx? Una bici senza freni marcata Speed? Puo' essere, ma a noi non ce ne puo' frega' de meno... ma Sheryl? Dico Sheryl?? Beh, e' andata decisamente oltre. Alcuni di voi sapranno della mia sfrenata passione per le auto americane anni 50/70, sanno che ho adorato l'inseguimento a bordo delle Mustang nel video di Steve Mcqueen, e che vado pazzo per la sua Stingray. Per questa ragione, quando ho sentito che Miss Crow aveva impacchettato per Lance nientemeno che una Pontiac GTO convertibile del 1969 sono sobbalzato dalla sedia... beh quasi. Cmq sia sono rimasto piacevolmente colpito, non tanto per il valore dell'oggetto, ma per l'azzeccata scelta. Grande Sheryl!

In basso : un paio di immagini del bolide in oggetto :

Ce li vedo percorrere le solitarie strade del Texas mentre ascoltano del buon Southern Rock, chesso' Lynyrd Skynyrd, Allman Brothers o i Gov't Mule, con lo stereo a palla... ahhhh gli States...

A proposito di Auto con la A maiuscola, vi mostro una chicca, Sheryl a bordo della Porsche 356 Speedster usata per girare il video di Steve McQueen. La foto e' stata scattata il 2 febbraio del 2002. (Pic by Chris Hudson)